fbpx

Panettone artigianale: una delizia delle feste natalizie

13
Dic
2018

Il dolce natalizio che unisce tutta Italia durante le feste natalizie è il panettone artigianale. Originario di Milano, oggi si trova in tutto il Paese, e si differenzia di gran lunga da quello di produzione industriale commercializzato dalla grande distribuzione.

Il panettone artigianale è quello preparato con la massima cura da maestri pasticceri esperti, che utilizzano le migliori materie. Il prodotto non deve rispettare regole di mercato e compromessi sul rapporto qualità-prezzo, ma è la qualità che è messa al primo posto.

I panettoni industriali, inoltre, prevedono dei tempi lunghi che passano dalla produzione al consumo, perciò contengono solitamente conservanti e altri additivi alimentari. Queste sostanze non fanno altro che coprire il gusto di un prodotto che è già di partenza preparato senza tener conto della qualità.

Ingredienti Panettone Artigianale

Il panettone artigianale è iscritto nelle liste del Ministero per le Politiche Agricole, Forestali ed Alimentari e, proprio a tutela del prodotto, deve rispettare degli specifici requisiti sia per quanto riguarda gli ingredienti che la lavorazione.

In primo luogo, il panettone artigianale deve contenere burro in quantità non inferiore al 16% e non altri grassi, come ad esempio l’olio di palma. Gli altri ingredienti sono farina di frumento, zucchero, uova fresche (oppure soltanto il tuorlo) in una percentuale non inferiore al 4%. L’impasto è poi arricchito da uvetta e canditi per un buon 20%, completato con lievito naturale (pasta acida) che conferisce al dolce la classica consistenza soffice e la tipica forma cilindrica, con una cupola più scura.

Etichetta Panettone Artigianale

Per scoprire se un panettone artigianale è autentico, è sufficiente controllare l’etichetta del prodotto. Il disciplinare di produzione del panettone artigianale di Milano, infatti, ha stabilito delle regole rigide che tutti i pasticceri devono rispettare per poter avere sul prodotto il Marchio di qualità, depositato presso la Camera di Commercio di Milano.

Le regole stabiliscono che non è consentito l’uso di conservanti, per questo bisogna controllare che sia presente l’apposita indicazione sull’etichetta. Controlla anche che la  farina arrivi da uno dei produttori dettati e riconosciuti dal comitato. Anche il lievito di birra non è consentito.

Per legge, inoltre, l’etichetta deve riportare tutti gli ingredienti per quantità in ordine decrescente (previsto dal d.m. 22 luglio 2005). L’etichetta del panettone artigianale deve sempre obbligatoriamente riportare:

  • la descrizione di tutti gli ingredienti obbligatori presenti a partire dalle quantità superiori e via a scendere
  • le quantità di ingredienti aggiuntivi oltre quelli previsti
  • la denominazione “Panettone”, presente solo se vengono rispettati gli ingredienti obbligatori
  • la denominazione del produttore completa di recapito
  • il peso del prodotto

Panettone Artigianale Prezzo

Quanto costa un panettone artigianale? Come succede con altri prodotti che, per essere realizzati, devono seguire delle precise regole, anche il panettone artigianale non è certo da considerarsi a buon mercato. D’altra parte, è risaputo che la qualità si paga, ma ovviamente è possibile anche avere la certezza di quello che si mangia.

Le pasticcerie artigianali che propongono panettoni artigianali hanno dei prezzi variabili da 24 a 33 euro al kg.